Red, lo gnomo con la tosse, coff coff

Nel bosco ci sono casette che riportano alla nostra infanzia.

In quella che vedete abita Red, un piccolo gnomo accudito dalla sua mamma Gnoma, una grande conoscitrice delle piante del bosco.

Tutta la notte Red si fa sentire con i suoi coff coff coff e lei è molto dispiaciuta, lo coccola e lo accudisce stringendoselo vicino, controllando che respiri, ma i coff coff coff sono continui e non permettono a nessuno, nemmeno a lei, di riposare.

Una notte si alza per preparare una bevanda calda a Red, povero cucciolo….

Nell’aprire la dispensa eccolo lì, come primo flaconcino vede la soluzione dei problemi del suo piccolo Gnomo.

noci di macadamia

Lo emulsiona subito con l’olio di Macadamia, il più delicato in assoluto per i cuccioli, e, intanto che l’acqua bolle sul fuoco, corre in camera per massaggiare l’emulsione sul petto e sul dorso del suo piccolo.

Poi lo copre bene e torna in cucina e dopo poco sente un silenzio strano, ritorna trafelata in camera e osserva Red che si è finalmente addormentato e respira con regolarità.

Con i luccicioni agli occhi pieni d’Amore ringrazia il Bosco per averle donato anche questa volta l’olio essenziale estratto da una pianta piccola, ma forte e molto balsamica.

Insieme a babbo Gnomo lo preparano ogni anno, nella piena maturazione degli aghi e ramoscelli, per distillazione a vapore, di Pino Mugo che fa parte della famiglia delle Pinaceae. Loro lo chiamano a volte il pino delle Alpi. 

È un liquido trasparente con gradevolissimo profumo balsamico-dolce, legnoso-speziato, assai tenace.

I suoi costituenti principali sono prevalentemente idrocarburi, monoterpenici, limonene, pineni, canfene, mircene, acetato di bornile.

Va sempre miscelato sul corpo con un olio vegetale, perché da solo è un irritante cutaneo, ma atossico.

Ha un’azione espettorante, antisettica, antinfiammatoria, diuretica, germicida, antimicrobica, antalgica, antivirale. Attiva la respirazione profonda, attraverso l’irrorazione del sangue, calma la tosse secca e scioglie il catarro. La bronchite, la cistite, il senso di debolezza, il sistema immunitario debole, crisi asmatiche e il raffreddore sono le patologie più diffuse per le quali si utilizza l’olio essenziale di Pino Mugo.

Se usato nel diffusore degli oli essenziali è un rivitalizzante, tranquillizzante, fortificante, rischiara l’umore e dona forza e coraggio.

L’applicazione dell’emulsione sul corpo è possibile massaggiarla sotto i piedi prima di andare a dormire, il calore del letto permette l’aromaterapia durante il sonno, oltre a sfruttare la capacità della trasformazione, tramite il sangue, in rimedio efficace laddove serve, senza doversi preoccupare del luogo specifico.

Non è indicato nel caso di problemi respiratori con spasmi, perchè potrebbe aumentare l’irritazione.

Vi aspetto al prossimo racconto breve, a presto Saturno

Condividi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.