Olio di Mandorle dolci, la delicatezza vegetale

L’olio di Mandorle è l’olio maggiormente conosciuto ed apprezzato: già dagli antichi romani , infatti, era utilizzato per le cure di bellezza e per accellerare la guarigione delle ferite.

E’ noto fin dall’epoca egizia: si dice che persino Cleopatra lo utilizzasse per preservare il suo natural splendore.

L’olio di Mandorle dolci è un olio vegetale che si estrae dal seme del mandorlo (Prunus Amygdalus Dulcis), una pianta mediterranea molto diffusa in Italia.

Le sue origini sono comunque attribuibili all’Asia minore, ma la sua presenza sul territorio italiano è remota quanto la formazione delle prime civiltà.

Quest’olio dall’aspetto liquido trasparente limpido, ha colore neutro tendente al giallo chiaro ed è inodore.

Habèa Farmacosmetics ha formulato un olio di mandorle da 200 ml nella versione profumata e senza profumo. Vediamo adesso le sue straordinarie proprietà.

Proprietà:

L’olio di mandorle dolci viene usato nella cosmetica naturale per la sua alta versatilità, è molto diffuso nelle preparazioni cosmetiche. Ha proprietà emollienti e lenitive, è un olio molto sicuro perché delicato sulla cute, anche quella più sensibile, come per esempio la pelle dei neonati.  

È un olio estremamente nutriente dal rapido assorbimento con proprietà nutrienti, elasticizzanti ed eudermiche (migliora la capacità nutritiva cutanea).

L’olio di mandorle dolci è costituito da un’alta percentuale di acido oleico (60-75%) e linoleico (20-30%) ma anche acido palmitico (3-9%) ed acido stearico (0.5-3%) che lo rendono adatto alle emulsioni.

L’olio di mandorle dolci contiene anche, in misura sensibilmente minore, acido laurico, acido miristico, è molto ricco di vitamina E, vitamina A, vitamine del gruppo B e proteine vegetali.

Applicazioni dell’olio di mandorle dolci:

Il suo uso principale in cosmetica naturale è la sua applicazione sulla pelle, puro o combinato con altri oli vegetali o oli essenziali per il massaggio del corpo, per prevenire le smagliature o anche per la cura del viso e la pulizia dell’epidermide.

Per struccarsi è bene applicarne poco su tutto il viso e il collo, seguito dall’utilizzo dell’Acqua Micellare per asportare il makeup prima della routine serale con siero e crema.

Viene utilizzato anche per la cura delle pelli secche o screpolate, o durante l’allattamento per prevenire stress cutanei al capezzolo.

Durante la gravidanza e nel periodo post parto è vivamente consigliato l’utilizzo di questo olio vegetale che, grazie alle sue importanti proprietà, rende elastica la pelle stressata dal bellissimo periodo che vive una donna, senza lasciare smagliature o stress cutanei.

Per il trattamento dei capelli, soprattutto se sfibrati o danneggiati dal sole e la salsedine, basta applicarlo 20-30 minuti prima dello shampoo.

Al prossimo articolo, un saluto dall’Alchimista

Condividi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.