Neem, l’olio vegetale Nobile

Il nome specifico azedarach è d’origine persiana e significa “albero nobile

Il Neem è conosciuto da millenni in Ayurvedica, antica medicina indiana, come sostanza in grado di contrastare una vasta gamma d’inestetismi della pelle. E’ onnipresente nella terapeutica nei rimedi indiani.

Neem è l’albero dei rosari o albero dei paternostri (Melia azedarach L., 1753) è un albero deciduo della famiglia delle Meliaceae, nativo di India, Cina meridionale e Australia.

In Halbèa Farmacosmetics trovate la Linea Olio di Neem purissimo, la Linea cosmetica Anti-impurità al Neem e l’olio di Neem è presente in moltissimi prodotti per le sue proprietà purificanti del corpo e dei capelli.

L’Olio di Neem contiene acidi grassi, qui si citano i 2 più importanti e presenti.

Il più titolato è l’acido oleico, un acido grasso presente anche nell’olio d’oliva, ricco di Omega 9 (>25%, fino al 54%) rappresenta un ottimo lenitivo emolliente e seborestitutivo della pelle con grande capacità di penetrazione per la sua affinità con la composizione del sebo cutaneo; segue l’acido linoleico, con un considerevole contenuto di Omega 6 (>10%) utile per tutte le infiammazioni e le problematiche relative ai capillari.

 

L’olio di neem viene estratto dai semi spremuti a freddo e contiene molecole può essere utilizzato direttamente sulla pelle, anche nelle zone più delicate, ed è particolarmente efficace per le affezioni dermatologiche quali:

  • acne
  • eczema
  • emorroidi
  • foruncolosi
  • geloni
  • forfora
  • edemi
  • capezzoli screpolati
  • psoriasi
  • scottature leggere e pesanti
  • verruche
  • pidocchi

La Linea cosmetica Anti-impurità al Neem contiene 11 prodotti e si prende cura di molte problematiche:

  • Siero viso
  • Crema viso giorno
  • Crema viso notte
  • Crema mani
  • Crema piedi
  • Crema anticellulite
  • Crema corpo
  • Sapone viso
  • Detergente intimo
  • Bagno doccia
  • Shampoo

Controindicazioni: l’olio di neem per uso esterno è ben tollerato dalla cute. Tuttavia, in individui sensibili potrebbe dare origine ad alcuni effetti indesiderati, quali bruciore ed arrossamento dell’area trattata. Non va mai ingerito.

Vi aspetto con il prossimo articolo, a presto, Saturno

Condividi con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.